Nelle mense 4,6 mln di italiani, 1 su 4 le boccia

8 febbraio 2018
Nelle mense 4,6 mln di italiani, 1 su 4 le boccia
Piu’ di un italiano su quattro (26%) ritiene scarsa la qualità del cibo offerto nelle mense. E’ quanto emerge da una indagine Coldiretti/Ixe’ a commento del grave caso di intossicazione dei trentacinque scolari dell’Istituto comprensivo “Pitre’ Manzoni” di Buseto Palizzolo (Tp) sul quale sono intervenuti i carabinieri dei Nas. Sono 4,6 milioni di italiani che – sottolinea la Coldiretti – sono costretti per motivi di studio o di lavoro a mangiare in mensa con i dati che segnalano grandi margini di miglioramento per la ristorazione collettiva che non sembra garantire un livello adeguato di qualità e sicurezza del cibo offerto con dimostrano anche i frequenti allarmi.
 
La ristorazione collettiva con le mense incide – sostiene la Coldiretti – sulla qualità della vita, dell’alimentazione e, di conseguenza la salute di milioni di cittadini e nel caso delle mense universitarie e scolastiche, su quello delle persone in età evolutiva o ancora giovani. Per assicurare il miglior rapporto prezzo/qualità, ma anche per educare le nuove generazioni la Coldiretti sollecita a privilegiare nelle mense i cibi locali a km 0 che valorizzano le realtà produttive locali e riducono i troppi passaggi intermedi dietro i quali più elevato è il rischio di frodi, sofisticazioni e adulterazioni.
 
 
 
COLDIRETTI – 335 8245417 – 06 4682487 – relazioniesterne@coldiretti.itwww.coldiretti.it