ARTICOLO | Energie rinnovabili

Aggiornata la rata di acconto dell’incentivo fotovoltaico

12 settembre 2017
Aggiornata la rata di acconto dell’incentivo fotovoltaico

A partire dalle competenze di luglio 2017, il Gse – Gestore dei servizi energetici aggiornerà il valore della rata di acconto dell’incentivo erogato sulla produzione di energia elettrica degli impianti fotovoltaici incentivati con il meccanismo del “conto energia”. L’adeguamento, che il Gestore effettua ogni anno, era stato previsto dalla Legge Competitività. Tuttavia è importante ricordare i termini, in particolare per i piccoli impianti o per gli impianti le cui misure di produzione non sono state ancora validate dai gestori di rete, perché gli acconti del mese di luglio potrebbero risultare inferiori rispetto all’anno precedente, visto che le ore annue equivalenti di produzione regionale sono minori rispetto allo scorso anno.

L’adeguamento sarà effettuato sulla base delle ore di produzione del singolo impianto relative al 2016, o in alternativa, al 2015 a seconda della disponibilità e validità dei dati di misura inviati al Gse dai gestori di rete. O nel caso in cui tali misure non siano disponibili e valide alla data di aggiornamento, il Gestore determinerà la rata di acconto sulla base delle ore di produzione regionali presenti nella tabella di seguito (“Stima regionale”) che evidenzia le ore medie di produzione degli impianti incentivati rilevate nel 2016, differenziate in funzione della regione di ubicazione.

La rata così determinata sarà utilizzata per l’erogazione degli acconti relativi alle competenze che, a partire da luglio 2017, saranno corrisposti secondo il calendario di pagamento vigente. Il Gse potrà comunque procedere alla ridefinizione della rata di acconto sulla base del monitoraggio periodico dei dati più recenti di produzione effettiva ricevuti dai gestori di rete, riservandosi la facoltà di porre a zero l’importo di acconto nel caso in cui la perdurante assenza dei dati di misura non consenta la corretta determinazione dell’incentivo spettante e la conseguente chiusura delle partite commerciali annuali.

Con riferimento al conguaglio 2016, nei prossimi mesi il Gestore continuerà a elaborare le misure di produzione di competenza del suddetto anno eventualmente trasmesse dai gestori di rete, anche al fine di rideterminare l’importo del conguaglio annuale sulla base di nuove versioni di misura. I corrispettivi così calcolati saranno erogati unitamente alle rate di acconto 2017, secondo le scadenze previste dal calendario di pagamento.

Il Gse ricorda inoltre che il conguaglio annuale potrà essere corrisposto solo in presenza di contratto attivo. Inoltre, l’erogazione potrà avvenire solo nel caso in cui l’importo spettante superi la soglia minima di pagamento di 100 euro; in caso di importo inferiore il pagamento sarà effettuato alla successiva scadenza utile, ferma restando la suddetta condizione.